Mercato, dieta, compromessi e mestiere

  • -

Si è svolto giovedì 12 giugno a Napoli il convegno dal titolo “Food in Farmacia”. Un momento di confronto sul tema della celiachia ma anche sugli aspetti relativi ai canali distribuitivi legati alle peculiarità della farmacia nei diversi segmenti dell’alimentare. L’incontro è stato promosso da Paola Gallas Networking con il direttore Paola Gallas che ha spiegato come i farmacisti possano creare momenti di approfondimento e informazione in farmacia per aumentarne la pedonabilità, con figure come il nutrizionista in grado di dare una serie di indicazioni ai celiaci, al fine di offrire loro indicazioni che partono dal suggerire l’alimento sicuro ma riguardano il più ampio quadro nutrizionale del paziente. Per differenziarsi, in farmacia occorre puntare su frazionamento dei buoni, qualità dei prodotti, linee dedicate, assaggi e degustazioni, oltre che sull’approccio informativo e consulenziale rivolto al paziente.

“La celiachia è considerata una patologia di facile gestione sempre che venga portata avanti una giusta dieta con la massima diligenza. Qualora si facciano strappi alla regola, la patologia è in grado di dar vita all’insorgenza di danni di non poco conto, quali lo sviluppo di adenocarcinomi e linfomi” – queste le parole del Dott. Antonio Rispo Responsabile del Centro Celiachia dell’Adultoafferente alla Gastroenterologia ed Epatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli. Il relatore ha fornito dati aggiornati e attendibili sulla celiachia (sintomi e patologie correlate), sulla base dei numerosi pazienti celiaci che il Centro campano accoglie e segue ogni anno.

Da annoverare l’intervento del Prof. Alberto Ritieni, docente di Chimica degli Alimenti dell’Università di Farmacia Federico II di Napoli. Ha mostrato le caratteristiche del glutine negli impasti, spiegando che sostituirne la presenza comporta compromessi di genere nutrizionale e di ingredientistica, quali l’aggiunta di una certa quantità di grassi, con conseguente aumento delle kilocalorie per prodotto.

Gli aspetti psicologici della vita del celiaco sono stati trattati dalla Dott.ssa Adriana Napoletano psicologo AIC Campania Onlus, introdotta da Teresa D’Amato Presidente AIC Campania Onlus, partner dell’evento, che ha invece fortemente sottolineato l’importanza del progetto dell’alimentazione fuori casa, per ridurre il più possibile i disagi sociali dei celiaci, come ha dichiarato: “spesso costretti a viaggiare di meno o a rifiutare inviti in strutture prive di punti di ristoro adeguati”.

La seconda parte dell’evento, moderata da Lara Balleri, esperta del senza glutine e project manager di mangiaregiusto.it, è stata aperta dal Dott. Michele Di Iorio, Presidente di Federfarma Campania, che ha patrocinato l’evento, e di Federfarma Napoli. Ha dichiarato: “L’importante è che il collega farmacista sia sempre più preparato in materia di alimentazione affinché possa contribuire a mantenere lo stato di salute e di benessere del cittadino”. Ha proseguito auspicando che la Regione Campania non divenga miope di fronte a questo disagio, come accaduto in passato per i nefropatici. Ha concluso mettendo a tacere le polemiche che vogliono farmacia e GDO come canali competitor del senza glutine anche in Campania, dicendo: “Non ho nessun pregiudizio affinché il buono venga reso spendibile anche nei supermercati, ma è importante che il farmacista riesca a interpretare l’evoluzione culturale aiutando il paziente a mantenersi aderente a un’alimentazione senza glutine priva di sgarri. Il farmacista si distinguerà sempre per la propria professionalità”.

Alla tavola rotonda hanno partecipato anche il Dott. Raffaele Petrone, Farmacia Petrone di Napoli e la Dott.ssa Francesca Gaudio, Farmacia Gaudio di Marano, che hanno portato alla platea la loro esperienza di farmacisti specializzati nel comparto del senza glutine, ricordando le specificità di un pubblico così esigente e sempre più numeroso come quello dei celiaci. Hanno detto: “I pazienti celiaci necessitano di un farmacista/addetto dedicato, di ampi assortimenti e di un costante aggiornamento sugli ultimi prodotti immessi sul mercato“.

Un sentito ringraziamento va dall’organizzazione ai partner dell’evento Gluten Free Expo di Rimini, AIC Campania Onlus e l’Università di Farmacia Federico II di Napoli e a tutti coloro che sono intervenuti.

Mangiaregiusto.it