Il senza glutine

Sua maestà il senza glutine.

Quando è arrivata la diagnosi di celiachia la mia vita è cambiata, dapprima in meglio, perché finalmente i miei malesseri smettevano di vagare senza risposta, poi in peggio dovendo riorganizzare la mia golosa e spensierata quotidianità alimentare; negli anni le dinamiche sono cambiate: all’inizio era il problema di una giovane donna poi il pensiero di una moglie e di una mamma. Ciò che mi è stato chiaro fin dall’inizio, però, è che le persone dovessero essere preparate al senza glutine, che invece aveva colto me acerba e impreparata, e questa è stata la mia rivincita: la volontà di sostituire al disagio le soddisfazioni, non solo per me ma per tutti.

All’epoca lavoravo in editoria gastronomica e abbiamo iniziato a crescere insieme da lì: prima con la scrittura specializzata, poi con i contenuti qualificati che sono arrivati grazie alla formazione di me, poi come formatrice nella ristorazione, poi in supporto alle aziende produttrici, alle agenzie di comunicazione, nell’organizzazione di eventi e convegni, nella gestione delle aree dedicate all’informazione specializzata e poi, ancora, riviste e ancora editoria gastronomica con chef compagni di viaggio. Oggi vivo un senza glutine maturo (seppur da giovanissima, s’intende!), che è passato anche dalle cucine dei ristoranti, dalla formazione dei futuri ristoratori, maturato dopo aver parlato di mercato, discusso strategie e prospettive, dopo tante pagnotte umide o poco lievitate, dopo tante briciole anziché pasta frolla.

Siamo diventati qualcosa di nuovo, è nato il  mio senza glutine che mi ha fatto sentire forte il richiamo di qualcosa di inedito, di un sistema in grado di generare movimento in un settore, in qualche modo, intoccabile… Alla fine del 2020 ho scelto di diventare parte attiva di Love Gluten Free: esperienza, passione e una nuova visione del consumatore. Non c’è bisogno di inventarsi una bella storia da raccontare, c’è davvero: assaggi i prodotti, te ne fai promotore raccontandoli ad altri e il passaparola genera sconti e guadagni. Per tutti, come secondo lavoro, come impegno di un’ora al giorno, come attività online che non fa muovere di casa oppure che fa organizzare corsi nel paese per incontrare le persone vis à vis. Ho sentito risuonare elementi importanti: autonomia e responsabilità per ogni persona che entra a far parte del gruppo, ma al tempo stesso formazione, assistenza e grande rispetto delle esperienze pregresse. Ecco, una forma di rivincita pronta per tutti, disponibile per chi vuole metterci mano e spostare un incidente di percorso dalla sensazione di privazione per colmarlo di vantaggi, prospettive e condivisione.

Il mio percorso nel senza glutine continua a stimolarmi, forma una me sempre più completa, che ha ancora tanta voglia di condividere e crescere. Parallelamente conduco esperienze lavorative in un altro settore, sono anche una professionista con competenze-altre, ma ho così modo di potermi prendere cura di questa parte di me quotidianamente: così ha davvero il suo senso.

Per saperne di più: https://www.youtube.com/watch?v=bhm7_YItloc

product@loveglutenfree.it